Ciliegio selvatico

1,80 

Il Ciliegio (Prunus avium) chiamato anche Ciliegio degli uccelli o Ciliegio selvatico è un albero appartenente alla famiglia delle Rosacee, originario dell’Europa (dalle Isole Britanniche fino alla Russia, passando per Francia, Penisola Iberica, Italia, Germania fino a tutto l’est in zone montuose) e in alcune zone montane fredde dell’Asia minore (presente in scarsa misura con ecotipi leggermente differenti da quelli europei). In Italia è presente naturalmente dalle zone altocollinari sino a quelle montuose, talvolta al confine della zona tipica delle latifoglie, presentando una buona resistenza al freddo.

Assieme al Prunus cerasus esso è una delle due specie di ciliegio selvatico che sono all’origine delle varietà di ciliegio coltivato che produce tipologie di ciliegie che vanno dal Graffione bianco piemontese, al Durone nero di Vignola.


  • Quantità max ordinabile subito 30 pz. Per quantità maggiori contattare il nostro vivaio.

 

1000 disponibili

Descrizione

L’habitat naturale del ciliegio selvatico è rappresentato da zone boschive non troppo umide, dalla pianura fino a circa 1600 metri di quota. Si tratta di una pianta che può raggiungere fino a 30 metri di altezza e non molto longeva, che difficilmente supera i cento anni di vita. Molto apprezzata anche in giardino, la pianta del ciliegio selvatico regala fioriture abbondanti e precoci rispetto al resto della vegetazione.

Trattandosi di una pianta rustica non necessita di cure particolari. Sarà sufficiente irrigarla con regolarità, mantenendo il terreno umido ma senza esagerare per non provocare il marciume delle radici. Le annaffiature dovranno essere più frequenti durante il periodo primaverile ed estivo, per aiutare la pianta che non predilige terreni troppo aridi e secchi e alte temperature.

Si tratta di un albero, come dicevamo, di un albero rustico, che ben si adatta ad ogni tipologia di terreno e non necessita di cure particolari. Non ama i ristagni d’acqua ma richiede suoli non troppo secchi. Predilige terreni ricchi di azoto ed esposizione diretta ai raggi del sole. Piuttosto resistente al freddo il ciliegio selvatico tollera temperature fino a -10° C, ed è tra le prime piante da frutto a fiorire a primavera. Eventuali gelate possono produrre sul suo tronco degli spacchi, da cui fuoriesce una resina gommosa color ambra, che viene impiegata in campo farmaceutico. Il picciolo della ciliegia trova largo consumo in erboristeria, dove viene utilizzato per la preparazione di prodotti diuretici.


  • Nome pianta: Prunus avium
  • Nome comune: Ciliegio selvatico
  • Tipo di vaso: 9 x 9 x 19 cm
  • Altezza: 120 cm circa
  • Per saperne di più: Wikipedia