Erba di S. Giovanni

1,80 

L’Iperico (nome scientifico Hypericum perforatum ma comunemente nota anche col nome di erba di San Giovanni), è una pianta officinale perenne semisempreverde appartenente alla famiglia delle Clusiaceae e al genere Hypericum. Fa parte della medicina tradizionale per via delle sue proprietà fitoterapeutiche, in particolare quelle antidepressive e antivirali. Le origini del suo uso come erba medicinale sono molto antiche e se ne trova traccia negli scritti di molti secoli fa.


  • Quantità max ordinabile subito 30 pz. Per quantità maggiori contattare il nostro vivaio.

 

1000 disponibili

Descrizione

Questa pianta presenta un corto rizoma dotato di un fusto molto eretto di colore rosso e molto legnoso e ramificato in grado di raggiungere dimensioni massime di circa 1 metro d’altezza. Il fogliame cresce in maniera opposta, è sprovvisto di picciolo, ha una forma lanceolata e ovale e in esso sono presenti innumerevoli ghiandole ricche di oli essenziali. Durante la stagione estiva, l’Iperico produce delle infiorescenze gialle con puntini neri, i quali, se strofinati colorano di rosso. Ai fiori fanno seguito dei frutti a forma di capsule ovali. È utile sapere che questa pianta può essere utilizzata per abbellire i giardini, in quanto presenta una chioma a forma di cespuglio.

L’Iperico può essere messo a dimora sia in pieno sole e sia in luoghi semiombreggiati e, solitamente, è coltivato per ricoprire zone ombreggiate del giardino e, anche qui, è in grado di svilupparsi in tutte le sue strutture producendo però pochissime infiorescenze. Questo esemplare è in grado di sopportare i freddi della stagione invernale ma, talvolta, può capitare che perda le foglie e che la parte aerea si secchi.

Nonostante ciò, con l’arrivo della stagione primaverile, foglie e fiori riprenderanno a crescere vigorosamente. Al contrario, in luoghi con estati calde è conveniente coltivare la pianta in luoghi semiombreggiati. Per fare in modo che il cespuglio sviluppi delle ramificazioni e delle infiorescenze forti e in salute, alla fine dell’inverno occorre cospargere alla base di esso del concime organico maturo o, in alternativa, del concime minerale a lenta cessione.

Per quanto riguarda le annaffiature, solitamente l’iperico sfrutta l’acqua delle piogge ma, se la stagione è troppo siccitosa, occorre annaffiare regolarmente la pianta, evitando ristagni idrici e aspettare che il terreno si asciughi tra un’annaffiatura e l’altra.


  • Nome pianta: Hypericum perforatum
  • Nome comune: Erba di S. Giovanni
  • Tipo di vaso: 9 x 9 x 19 cm
  • Altezza: 60 cm circa
  • Per saperne di più: Wikipedia