Larice

2,50 

I Larici sono alberi piuttosto alti che possono arrivare anche ai 45 metri di altezza. Sono conifere della famiglia delle Pinaceae che vedono la propria origine nelle regioni più temperate dell’emisfero settentrionale. Hanno struttura piramidale con un fusto diritto e branche irregolari fornite di ramuli allungati o corti.


  • Quantità max ordinabile subito 30 pz. Per quantità maggiori contattare il nostro vivaio.

 

993 disponibili

Categorie: , Tag: , ,

Descrizione

L’impatto visivo del Larice nei boschi e di grande effetto grazie al verde brillante delle proprie foglie, destinato al giallo nella stagione autunnale. Il loro valore è associato sia a piantagioni ornamentali sia per la produzione del legname.

In giardino la loro bellezza va di pari passo alla veloce crescita in età giovanile. Ciò che più colpisce nella visione del Larice è la diversa e spettacolare gamma di colori stagionale: se all’inizio della primavera, infatti, spuntano svariati ciuffi dal colore verde smeraldo che, più tardi, in estate si trasformerà in verde più scuro, durante la stagione autunnale, si è detto, le loro tinte tenderanno all’oro o all’arancio. Infine in inverno sarà bello osservare i ramoscelli spogli dell’albero presentarsi con sfumature di giallo paglia o rosso ruggine.

Le foglie del larice sono aghiformi, lineari e appiattite, hanno colore verde tenue e sono isolate nella loro presenza sull’albero, con una disposizione a spirale sui rametti di allungamento, ma anche riunite a ciuffi di venti o quaranta elementi, destinati a cadere con l’arrivo dell’inverno, sui rami più corti chiamati brachiblasti.

I fiori spuntano tra aprile e maggio, poco prima delle foglie. I maschi non sono molto visibili per le loro piccole dimensioni e hanno colore giallo. I fiori femminili, di colore rosa, sono invece assai più visivi e graziosi al momento della loro apertura nel mese di maggio.


  • Nome pianta: Larix decidua
  • Nome comune: Larice
  • Tipo di vaso: 9 x 9 x 19 cm
  • Altezza: 90 cm circa
  • Per saperne di più: Wikipedia