Pino Himalayano

5,00 

Il pino himalayano è una pianta usata a scopo ornamentale e paesaggistico poiché è adatto a vivere come individuo isolato. Nei luoghi d’origine rappresenta una delle specie forestali più importanti per l’economia locale, in quanto il suo legno, che è duro e resistente, viene utilizzato nell’edilizia e nella produzione di casse per il trasporto del tè. Dalle radici veniva estratto un olio, utilizzato in Oriente come repellente contro gli insetti nocivi viventi nelle risaie.


 

  • Nome pianta: Pinus Wallichiana
  • Nome comune: Pino dell’Himalaya
  • Tipo di vaso: vaso 2 Litri
  • Altezza: 60/80 cm circa
  • Per saperne di più: Wikipedia

43 disponibili

Categorie: , Tag: , ,

Descrizione

Il pino himalayano (Pinus wallichiana) è un albero appartenente alla famiglia delle Pinaceae.

Caratteristiche:

E’ un albero sempreverde che in natura può raggiungere l’altezza di 40-50 m. Originario dell’Himalaya, fu importato in Europa a metà del secolo scorso come pianta ornamentale per il suo portamento elegante e la sua rapida crescita. Nel Parco lo si vede nei giardini privati e pubblici; esige ambienti spaziosi e soleggiati.
Il tronco è dritto e corto, con corteccia liscia, bruno-grigiastra che, con l’età, si divide in placche longitudinali con fessure arancioni. La chioma è piramidale, non molto densa.
Le foglie sono aghiformi, riunite in fascetti di 5, lunghe 15-25 cm (le più lunghe tra i pini). Pendono graziosamente dai rami in ciuffi densi e “pettinati” di colore grigio-azzurrognolo.
I fiori maschili (più propriamente detti microsporofilli) sono distinti da quelli femminili (detti macrosporofilli) e sono entrambi presenti sulla stessa pianta (monoica). Quelli maschili sono piccoli coni gialli allungati, riuniti in gruppetti alla base dei nuovi getti; quelli femminili sono piccoli coni verde-rossastri (di circa 2 cm) portati da un lungo peduncolo all’apice dei rami.
I frutti sono pigne (coni) a forma di banana, lunghi fino a 30 cm, pendenti dai rami e ricchi di resina

Distribuzione e Habitat:

Il Pinus wallichiana è una conifera sempreverde originaria delle montagne dell’Himalaya, del Karakorum e dell’Hindu Kush, dall’Afghanistan orientale a est attraverso il Pakistan settentrionale e l’India nord-occidentale fino allo Yunnan nel sud-ovest della Cina.

Uso:

Il pino himalayano è una pianta usata a scopo ornamentale e paesaggistico poiché è adatto a vivere come individuo isolato. Nei luoghi d’origine rappresenta una delle specie forestali più importanti per l’economia locale, in quanto il suo legno, che è duro e resistente, viene utilizzato nell’edilizia e nella produzione di casse per il trasporto del tè. Dalle radici veniva estratto un olio, utilizzato in Oriente come repellente contro gli insetti nocivi viventi nelle risaie.


 

  • Nome pianta: Pinus Wallichiana
  • Nome comune: Pino dell’Himalaya
  • Tipo di vaso: vaso 2 Litri
  • Altezza: 60/80 cm circa
  • Per saperne di più: Wikipedia