Chamaecyparis Lawsoniana

5,00

Il cipresso di Lawson Chamaecyparis lawsoniana è una pianta sempreverde della famiglia Cupressaceae, originaria delle coste occidentali degli Stati Uniti. In Italia è diffusa come ornamentale ed è stata usata nel Meridione per effettuare rimboschimenti.

Caratteristiche:
  • La corteccia di questo tipo di alberi è bruno-rossastra, profondamente divisa in grosse scaglie, spessa e leggera;
  • la chioma è molto densa e ramificata, con portamento colonnare o a fiamma.
  • Il fogliame delle piante appartenenti a questa varietà è piatto, molto diviso, di colore verde-bluastro o verde -giallastro a seconda della specie.
  • Le pigne sono tondeggianti, di colore blu-grigiastro e maturano in autunno liberando numerosi semi.

Inoltre…

  • E’ un albero che può raggiungere, nelle zone di origine, i 50 m di altezza;
  • Le foglie sono squamiformi, embricate e portate su rametti appiattiti (carattere diacritico che lo distingue dal cipresso).
  • I coni maschili sono di piccole dimensioni e di color rosso intenso: divengono poi giallastri per la produzione del polline.

150 disponibili

Descrizione

Il cipresso di Lawson Chamaecyparis lawsoniana è una pianta sempreverde della famiglia Cupressaceae, originaria delle coste occidentali degli Stati Uniti. In Italia è diffusa come ornamentale ed è stata usata nel Meridione per effettuare rimboschimenti.

Caratteristiche:
  • La corteccia di questo tipo di alberi è bruno-rossastra, profondamente divisa in grosse scaglie, spessa e leggera;
  • la chioma è molto densa e ramificata, con portamento colonnare o a fiamma.
  • Il fogliame delle piante appartenenti a questa varietà è piatto, molto diviso, di colore verde-bluastro o verde -giallastro a seconda della specie.
  • Le pigne sono tondeggianti, di colore blu-grigiastro e maturano in autunno liberando numerosi semi.

Inoltre…

  • E’ un albero che può raggiungere, nelle zone di origine, i 50 m di altezza;
  • Le foglie sono squamiformi, embricate e portate su rametti appiattiti (carattere diacritico che lo distingue dal cipresso).
  • I coni maschili sono di piccole dimensioni e di color rosso intenso: divengono poi giallastri per la produzione del polline.

In generale questa conifera si sviluppa senza problemi in posizioni soleggiate, ma che godano del refrigerio dell’ombra nelle ore più calde della giornata.

Non teme il freddo, e può resistere anche a parecchi gradi al di sotto dello zero.

Questo genere di alberi ha una grande rusticità e possono resistere a temperature minime che arrivano anche a -20°C. Per mantenere la colorazione particolare degli esemplari a foglie dorate è bene che questi vengano coltivati in zone poste in pieno sole, così da ricevere i raggi solari diretti.

Informazioni aggiuntive:

Terreno: i Chamaecyparis prosperano in terreni ben drenati, profondi e sciolti; la presenza di materia organica e di una leggera acidità, e l’assenza di calcare, crea il substrato perfetto.

Clima: Si tratta di piante che non soffrono particolarmente né il caldo, né il freddo; possono sopravvivere a temperature anche inferiori agli 0 gradi. Il clima perfetto è fresco e umido, non troppo ventoso.

Irrigazione: Non sono piante che necessitano di irrigazione continua; in genere le piogge forniscono loro sufficiente acqua e minerali. Si tratta però di piante sensibili alle lunghe siccità: se, quindi, le precipitazioni non si rivelano sufficienti, è necessario procedere all’annaffiatura artificiale.

Concimazione: la concimazione deve essere compiuta nei mesi primaverili e in quelli autunnali. Bisogna interrare del concime organico ai piedi della pianta per favorirne la crescita. Occasionalmente, si può integrare la concimazione con concime adatto a piante acidofile, a base di azoto, che favorisce la coloritura delle foglie.

Potatura: i Chamaecyparis richiedono solo occasionalmente interventi di potatura e di conciliazione. Data la densa vegetazione, può rendersi necessario potarle per ridurne l’estensione. Nelle piante giovani, è possibile intervenire con la potatura per conferire loro la forma desiderata, tagliando i rami in eccesso durante i mesi primaverili. La potatura è sconsigliata (se non per i rami morti) nelle piante adulte, dove è difficile che rigettino dai rami o dal fusto.


  • Nome pianta: Chamaecyparis
  • Nome comune: cipresso di Lawson
  • Tipo di vaso: Vaso forestale 
  • Altezza: 50 cm circa
  • Per saperne di più: Wikipedia