Quercus Trojana – Fragno

2,50 

Le foglie sono coriacee, dalla forma oblunga, lucide, dai margini seghettati. Caratteristica la semicaducità dell’albero: in autunno le foglie seccano ma non cadono; a primavera vengono sostituite dalle nuove in maniera che la chioma non rimanga mai spoglia.
La grossa ghianda è racchiusa nella caratteristica cupola spinosa, molto spessa, simile a quella del cerro.


  • Nome pianta: Quercus trojana
  • Nome comune: Fragno
  • Tipo di vaso: alveolo forestale 300 ml
  • Altezza: 20/40 cm circa
  • Per saperne di più: Wikipedia

499 disponibili

Descrizione

Il fragno (Quercus trojana) è un albero della famiglia delle Fagacee. Si tratta di un albero semi-sempreverde con foglie dalla forma appuntita. In Italia cresce soltanto in Basilicata e in Puglia.

Descrizione del Fragno:

Le foglie sono coriacee, dalla forma oblunga, lucide, dai margini seghettati. Caratteristica la semicaducità dell’albero: in autunno le foglie seccano ma non cadono; a primavera vengono sostituite dalle nuove in maniera che la chioma non rimanga mai spoglia.
La grossa ghianda è racchiusa nella caratteristica cupola spinosa, molto spessa, simile a quella del cerro.

Il frutto:

I frutti sono ghiande ovali e mucronate che arrivano anche a 4 cm di lunghezza, racchiuse per metà o addirittura per i due terzi come nel Cerro da una cupola legnosa e spessa con peli setosi appressati al loro interno.
La ghianda matura nel giro di due anni, cioè è biennale, quindi esaminando la pianta in primavera-estate sarà possibile rinvenire contemporaneamente sia le ghiande che matureranno nel corso dell’anno e precisamente nell’autunno seguente, sia quelle che matureranno l’autunno dell’anno successivo, ancora molto piccole.
Questa caratteristica, essendo le ghiande molto appetite dagli animali e usate dagli allevatori per alimentarli, è utilissima per prevedere con largo anticipo di quanto alimento si disporrà nel giro di un anno-un anno e mezzo all’incirca.
L’apparato radicale è di tipo fittonante, che si approfondisce e ramifica nel tempo.

Distribuzione e Habitat:

La pianta del fragno è diffusa in tutta la zona transadriatica, ma in Italia è presente solo in Puglia (sulle Murge) e in Basilicata (nella zona della Murgia Materana): in associazione con altre specie di quercia come il leccio (Quercus ilex), la roverella (Quercus pubescens), il cerro (Quercus cerris), la quercia spinosa (Quercus coccifera) forma boschi abbastanza fitti.
Nel resto del Mediterraneo è diffusa nei Balcani, in Turchia e nelle isole.
La particolare presenza del fragno sulle coste adriatiche sia pugliesi che balcaniche è stata spesso addotta come prova di una passata saldatura della regione pugliese con le coste meridionali dei balcani, non essendoci però ulteriori conferme e prove scientifiche al riguardo.
L’habitat più adatto in cui queste piante radicano è il terreno calcareo, dove spesso i fragni vivono in simbiosi con funghi e altre piante.


  • Nome pianta: Quercus trojana
  • Nome comune: Fragno
  • Tipo di vaso: Alveolo Forestale
  • Altezza: 20/40 cm circa
  • Per saperne di più: Wikipedia