Helichrysum italicum – Elicriso

2,50 

Helichrysum italicum – Elicriso

  • Portamento: pianta perenne, ramificata fin dalla base (suffruticosa) ì, che forma cespugli che raggiungono solitamente un’altezza di 30-40 cm. Caratterizzata da un colore grigio-biancastro dato dalla presenza di una fitta presenza di peli che ricopre tutta la superficie.
  • Foglie: alterne, sessili e lineari. Lunghe 3-4 cm e larghe 1 mm, con il margine che si ripiega verso il basso (convoluta). Entrambe le superfici della foglia sono cosparse da un folto tomento (presenza di peli).
  • Fiori: si trovano all’apice del fusto, riuniti in corimbo in gruppi da 10-15 capolini. Questi ultimi sono formati da un involucro ricco di brattee sub-triangolari, con apice acuto e con superficie glabra. All’interno dei capolini si trovano i fiori di colore giallo chiaro, con una corolla tubolare che termina con 5 lobi di forma triangolare.
  • Frutti: achenio ovale-allungato con la superficie caratterizzata da numerosi tubercoli. Nella parte superiore presenta il pappo ricco di peli per facilitare la diffusione dei semi.

HABITAT:

Largamente diffuso sugli Appennini piemontesi, emiliani e verso sud nelle zone mediterranee e in quelle submontane. Raro nelle Alpi. Predilige l’habitat arido e roccioso, vicino al mare. Diffuso in Sardegna, chiamato anche l’oro di Sardegna, in quanto sull’isola si trovano diverse varietà di elicriso sardo.

 


  • Nome pianta: Helichrysum italicum
  • Nome comune: Elicriso
  • Tipo di vaso: Vasetto forestale 
  • Altezza: 20/30 cm circa
  • Per saperne di più: Wikipedia

100 disponibili

Descrizione

Helichrysum italicum – Elicriso

La pianta di Helichrysum italicum o Elicriso è una suffrutrice perenne alta 25-40 centimetri, con portamento compatto e fusti legnosi ricoperti da una fitta peluria biancastra. Le foglie di elicriso emanano un aroma caratteristico simile al curry o alla liquirizia, tanto che spesso questa pianta si trova in vendita con il nome di pianta curry o elicriso liquirizia.
Le foglie, di color grigio/cinerino sono fitte, lineari e pubescenti su entrambe le facce. I fiori sono capolini gialli, prevalentemente tubulari, riuniti in densi corimbi di 25-35 infiorescenze. Dopo la fioritura si sviluppa il frutto, un achenio ovale dotato di pappo.

DESCRIZIONE BOTANICA

  • Portamento: pianta perenne, ramificata fin dalla base (suffruticosa) ì, che forma cespugli che raggiungono solitamente un’altezza di 30-40 cm. Caratterizzata da un colore grigio-biancastro dato dalla presenza di una fitta presenza di peli che ricopre tutta la superficie.
  • Foglie: alterne, sessili e lineari. Lunghe 3-4 cm e larghe 1 mm, con il margine che si ripiega verso il basso (convoluta). Entrambe le superfici della foglia sono cosparse da un folto tomento (presenza di peli).
  • Fiori: si trovano all’apice del fusto, riuniti in corimbo in gruppi da 10-15 capolini. Questi ultimi sono formati da un involucro ricco di brattee sub-triangolari, con apice acuto e con superficie glabra. All’interno dei capolini si trovano i fiori di colore giallo chiaro, con una corolla tubolare che termina con 5 lobi di forma triangolare.
  • Frutti: achenio ovale-allungato con la superficie caratterizzata da numerosi tubercoli. Nella parte superiore presenta il pappo ricco di peli per facilitare la diffusione dei semi.

HABITAT:

Largamente diffuso sugli Appennini piemontesi, emiliani e verso sud nelle zone mediterranee e in quelle submontane. Raro nelle Alpi. Predilige l’habitat arido e roccioso, vicino al mare. Diffuso in Sardegna, chiamato anche l’oro di Sardegna, in quanto sull’isola si trovano diverse varietà di elicriso sardo.

TEMPO E MODALITA’ DI RACCOLTA O COLTIVAZIONE:

Le sommità fiorite dell’Elicriso si raccolgono in estate, tra giugno e agosto, tagliando i primi 10 cm evitando la parte inferiore più legnosa.


  • Nome pianta: Helichrysum italicum
  • Nome comune: Elicriso
  • Tipo di vaso: Vasetto forestale 1 Litro
  • Altezza: 20/30 cm circa
  • Per saperne di più: Wikipedia